I leoni di Sicilia di STEFANIA AUCI

Citazione :

Un operaio chiama Vincenzo, che si allontana.
La donna si rimette in piedi, guarda da una finestra : puo vedere un buon tratto di via dei Materassai e una parte di piano San Giacomo.
Ne hanno fatta, di strada.
Anche il suo rancore si è diluito con gli anni, fino a sparire con la morte di Ignazio.
Non le è rimasto più nulla, se non stessa e i suoi ricordi. Suo figlio – la sua creatura, la sua ragione di vita – è un isola, proprio com’è stata lei per tanto tempo. E ora deve farsi coraggio, perché c’è qualcosa che le preoccupa e che non la fa dormire la notte.

Mio parere :

Un bellissimo libro !

È un bellissimo libro. C’ho messo un po di tempo a lasciarmi assorbire dalla storia perché all’inizio i personaggi principali Paolo e Giuseppina sono abbastanza sgradevoli. Paolo per come tratta Giuseppina e per come si comporta Giuseppina cioè come una povera vittima. Certo la vita non è stata gentile con lei, è vero che non ha scelto il suo marito. Ma lui vuole un po di gentilezza da parte sua anche se non è amore. Paolo vuole una vita migliore per lui e la sua famiglia. Una vita più ricca in una grande città come Palermo. Ignazio Florio, suo fratello, lo accompagnerà per aiutarlo a occuparsi del magazzino che Paolo ha comprato a Palermo. E’ un magazzino pieno di spezie per cucinare ma anche per curare (questa parte mi è piaciuta molto soprattutto per il suo legame con la farmacia). Potevo quasi sentire l’odore dell’aromateria di casa Florio. Poi sono arrivati Vincenzo e Giulia e la famiglia Fiori si è espansa. La loro storia mi ha sconvolta. E’ bellissima ed allo stesso tempo brutta e rivoltante.

E’ proprio in questo momento che ho cominciato ad essere sempre più assorta e travolta dalla storia. 

Questo libro racconta come la casa di Florio è diventata sempre più grande anche se ha dovuto affrontare moltissime difficoltà : problemi economici ma anche politici. La scrittrice spiega molto bene questi problemi e le loro possibili conseguenze sui commerci. La storia di casa Florio è interessante, scritta benissimo… Spero che ci sia un altro volume. 

Mon avis en français :

C’est une excellente lecture. J’ai mis beaucoup de temps à me laisser happer surtout que les personnages principaux Paolo et Giuseppina sont plutôt désagréables. Paolo pour comment il traite Giuseppina e pour comment se comporte Giuseppina, comme une pauvre victime. La vie n’a pas été gentille avec elle, elle a fait un mariage de raison, mais Paolo aussi. Il ne demande qu’un peu de gentillesse sans parler d’amour. Paolo veut une vie meilleure pour lui et sa famille, une vie plus riche dans une grande ville comme Palerme. Giuseppina est loin de vouloir quitter sa ville natale.

Ignazio Florio, le frère de Paolo, l’accompagnera pour l’aider et s’occuper du magasin que Paolo a acheté à Palerme. C’est un magasin d’épice pour cuisiner mais aussi pour guérir (cette partie m’a beaucoup plu surtout pour la partie herboristerie). Je pouvais presque m’imaginer l’odeur des épices de la Maison Florio.

Vincenzo et Giulia se rajoutent à la famille. Leur histoire m’a bouleversée. Elle est belle et en même temps brutale et révoltante. C’est leur histoire qui m’a permis de me laisser immerger totalement dans le livre.

Ce livre raconte comment la Maison des Florio a grandit, c’est enrichi. Mais pour en arriver là, elle a du surmonter de nombreuses difficultés politiques et économiques. L’écrivaine explique bien tout la complexité de la situation et ses conséquences.

L’histoire de la maison Florio est super intéressante et très bien écrit. J’espère qu’il y aura une suite.

Un commentaire

Laisser un commentaire